Tempo di lettura: 4 minuti

Se avete un sito web, il vostro tasso di rimbalzo è una metrica da tenere traccia di. Riducete i rimbalzi perché un'elevata frequenza di rimbalzo indica che le persone visitano il vostro sito web e lo abbandonano immediatamente. Questo non è positivo per il vostro businesssignifica che non riuscite a catturare l'interesse del visitatore. Una bassa frequenza di rimbalzo, invece, è un segno che i visitatori del vostro sito web stanno ottenendo ciò per cui sono venuti.

Qual è la frequenza di rimbalzo del vostro sito web? È la percentuale di visitatori che abbandonano il vostro sito web dopo aver visualizzato soltanto una pagina. Un'elevata frequenza di rimbalzo può essere un ostacolo significativo ai vostri tassi di conversione, oltre a indicare che il vostro sito è confuso e frustrante per i visitatori. Indipendentemente dalla causa, è un segnale di allarme che indica la necessità di cambiare le cose per trattenere i visitatori sul sito più a lungo.

Ci si potrebbe chiedere quale sia una buona frequenza di rimbalzo. Varia a seconda del settore. Ad esempio, una frequenza di rimbalzo di circa 20% è tipica per un'industria di servizi, ma si aggira tra 30 e 40% per un sito di e-commerce. Per un sito di contenuti, la frequenza di rimbalzo media è compresa tra 40 e 60%. Se la vostra è significativamente più alta, è il momento di fare qualche cambiamento.

Quali modifiche apportare? Con così tante cause diverse di rimbalzo, è difficile trovare la causa principale. Tuttavia, questo articolo vi svelerà perché i vostri visitatori rimbalzano e come correggere il problema.

Ottimizzare per i dispositivi mobili per ridurre la frequenza di rimbalzo

Sempre più persone visitano i siti web su dispositivi mobili. Se il vostro sito non è mobile-friendly, sembrerà fuori luogo su un telefono o tablet. Dopo aver visto un sito che si carica lentamente, i visitatori si allontaneranno prima di aver letto qualsiasi contenuto. Per questo motivo, è fondamentale assicurarsi che il sito sia ottimizzato per i dispositivi mobili, in modo che venga visualizzato correttamente sugli schermi dei cellulari.

Per ottimizzare il vostro sito web per i dispositivi mobili, verificate che sia responsive. I siti web responsive si adattano automaticamente ai diversi dispositivi mobili, mostrando gli stessi contenuti in un formato di facile lettura.

Inoltre, utilizzate un pulsante che abbia uno spazio tattile adeguato. Gli utenti non avranno problemi a cliccare sul pulsante e a effettuare l'acquisto se possono farlo facilmente con le dita. Infine, assicuratevi di utilizzare target di tocco grandi. I bersagli piccoli sono difficili da toccare su uno schermo mobile.

Ogni volta che aggiornate il vostro sito, è bene testarlo su diversi dispositivi per assicurarsi che la pagina web sia facile da leggere e da navigare. Il modo migliore per farlo è utilizzare un servizio online che simuli la visualizzazione del sito su più dispositivi. Il vantaggio di utilizzare uno strumento di test del sito web come questo è che potete vedere esattamente come appare il vostro sito su qualsiasi dispositivo.

Mantenere il layout del sito semplice e facile da navigare

Dato che molte persone visualizzano le pagine web su dispositivi mobili, assicuratevi che il vostro sito abbia una struttura semplice. Secondo un'indagine di Google, 64% degli acquirenti online preferiscono i dispositivi mobili ai computer desktop. Tuttavia, è emerso anche che 79% degli utenti di telefoni cellulari abbandonano un sito difficile da navigare.

Più distrazioni si inseriscono in una singola pagina, più è probabile che i visitatori si allontanino da quella pagina. Ad esempio, non inserite due o tre voci di menu diverse in ogni pagina: mantenete la coerenza e inserite una sola voce di menu per scheda (o sezione). Assicuratevi che il layout sia fluido e trasparente, con uno schema di navigazione facile da usare.

Aggiungete anche una mappa del sito. A mappa del sito aiuta i visitatori a navigare nel vostro sito web. Includete sempre una mappa del sito nella pagina top e nel piè di pagina. Una buona regola è quella di mantenere la semplicità, ma senza esagerare.

Ottimizzare la velocità del sito web

Il tempo di caricamento della pagina è il tempo necessario a un browser per ricevere e visualizzare una pagina web. I visitatori si allontaneranno dal vostro sito se questo impiega troppo tempo a caricarsi. Google ha dichiarato pubblicamente che un veloce Il tempo di caricamento della pagina è un fattore di ranking nel loro algoritmo, ed è anche essenziale per i vostri utenti avere un ottimo esperienza sul vostro sito.

Il punto di partenza? Fare dell'aumento della velocità di caricamento delle pagine una priorità. È possibile trovare online strumenti che testano la velocità del vostro sito e vi danno consigli su come migliorarla. Un caricamento lento della pagina può indurre i clienti a cliccare sul pulsante indietro prima di vedere i vostri prodotti o servizi. Può anche far pensare che il vostro sito sia obsoleto e non affidabile.

Alcuni siti web offrono "funzioni di miglioramento della velocità". Queste funzioni contribuiscono a migliorare i tempi di caricamento comprimendo il contenuto e il codice del web, consentendo ai browser dei visitatori di disporre di connessioni più veloci e garantendo un caricamento rapido delle pagine. Alcuni fornitori di questi servizi sono MaxCDN, Cloudflare CDN e GoSquared (soluzioni per proprietari di siti web).

Migliorare la ricerca sul vostro sito

Quando si aggiungono tutte le pagine web a un file cerca Il contenuto del sito deve essere carrellato e indicizzato affinché i motori di ricerca lo trovino. Ciò significa assicurarsi che il sito sia strisciabile e ricercabile dai motori di ricerca e che le pagine abbiano un testo leggibile dai motori di ricerca, compresi i meta tag. Inoltre, affinché i visitatori trovino il vostro sito, deve essere facile per loro trovare ciò che desiderano sul vostro sito. Rendete facilmente accessibile la casella di ricerca, in modo che i visitatori possano esplorare il sito e trovare ciò che cercano.

Il bilancio

Una bassa frequenza di rimbalzo è importante per i proprietari di siti web perché è uno dei pochi indicatori della qualità del sito e dell'efficacia del marketing online. Tracciate la frequenza di rimbalzo del vostro sito web e prendete provvedimenti per ridurla se è troppo alta.

Riferimenti:

"Guida: Cos'è la frequenza di rimbalzo di un sito web? | Indeed.com". 15 marzo 2021, .indeed.com/career-advice/career-development/bounce-rate.

"13 motivi per cui il vostro sito web può avere un'alta frequenza di rimbalzo". 14 novembre 2020, searchenginejournal.com/website-bounce-rate/332439/.

"Alta frequenza di rimbalzo? Ecco i motivi e cosa fare". 11 maggio. 2020, crazyegg.com/blog/high-bounce-rate/.

Questo post è stato utile?

come ridurre la frequenza di rimbalzo

Ultimo aggiornamento in 2022-07-19T22:18:45+00:00 da Lukasz Zelezny