Quando si analizza l'organico del tuo sito web cerca traffico in Google Analyticsè possibile che venga visualizzato un messaggio "not provided" (non fornito). Google Analytics è una piattaforma versatile che può rivelare come i visitatori trovano e utilizzano il vostro sito web. Potete usarla per traccia sessioni, durata della sessione, pagine viste, tassi di rimbalzo, fonti di traffico e altro ancora.

Per determinare che Per le query che i visitatori hanno cercato su Google per trovare il vostro sito web, invece, dovrete utilizzare una soluzione diversa. Google Analytics non rivela più queste informazioni. Al contrario, di solito visualizza un messaggio "non fornito". Potreste vedere elencate alcune query di ricerca, ma Google Analytics probabilmente mostrerà questo messaggio generico per la maggior parte del traffico di ricerca organico del vostro sito web.

Le basi dei dati delle query di ricerca in Google Analytics

Google Analytics offre dati di traffico specifici per canale. Quando si accede alla piattaforma, è possibile accedere a questi dati cliccando sul menu "Acquisizione" e selezionando "Tutto il traffico", seguito da "Canali". Ci sono diversi canali di traffico che puoi scegliere di analizzare da qui, uno dei quali è la ricerca organica.

Se scegliete la ricerca organica, Google Analytics vi fornirà i dati relativi al traffico di ricerca organico del vostro sito web. È possibile vedere quanti visitatori sono entrati nel vostro sito web facendo clic su un annuncio nelle pagine dei risultati di Google e come hanno interagito con il vostro sito durante le loro sessioni. Detto questo, non è possibile vedere cosa ricerche che li hanno portati al vostro sito web.

La colonna "Parola chiave" in questa sezione di Google Analytics mostrerà probabilmente "non fornito" al momento dell'acquisto. top. L'elemento "non fornito" può rappresentare fino al 99% del traffico di ricerca organico del vostro sito web, il che significa che sarete in grado di vedere solo l'1% di tutte le query di ricerca che hanno portato i visitatori da Google al vostro sito. Queste poche query di ricerca selezionate saranno visualizzate sotto l'elemento "non fornito" nella stessa colonna "Parole chiave".

Perché Google ha rimosso i dati delle query di ricerca da Analytics

Google ha rimosso i dati delle query di ricerca dalla sua piattaforma Analytics per proteggere la privacy degli utenti della ricerca. È stata un'iniziativa che Google ha iniziato nel 2011. Negli anni successivi, la percentuale di query di ricerca colpite dal messaggio "non fornito" è aumentata costantemente.

Durante questo annoGoogle ha lanciato un aggiornamento che reindirizzava automaticamente gli utenti connessi al sito Hypertext Markup Transfer Secure (HTTPS) del suo motore di ricerca. Gli utenti che hanno visitato http://www.google.com mentre erano collegati al loro account Google sono stati automaticamente reindirizzati a https://www.google.com. Google ha da allora reso HTTPS il protocollo predefinito per tutti gli utenti di ricerca.

Assumere un consulente SEO

Quando gli utenti della ricerca caricano Google su HTTPS, si aspettano la privacy. Dopo tutto, l'HTTPS cripta i dati degli utenti in modo che le parti non autorizzate non possano accedervi. Google vuole proteggere la privacy degli utenti della ricerca. Per raggiungere questo obiettivo obiettivoha trasferito il suo motore di ricerca su HTTPS e ha rimosso i dati delle query di ricerca da Google Analytics.

Il numero di query di ricerca che mostravano il messaggio "non fornito" in Google Analytics era inizialmente basso. Colpiva solo una piccola parte del traffico organico totale dei siti web. Oggi, il messaggio "non fornito" colpisce la maggior parte delle query di ricerca.

Soluzioni alternative per analizzare i dati delle query di ricerca

Mentre Google Analytics non rivela più i dati delle query di ricerca per la maggior parte delle ricerche organiche, ci sono altri modi per trovare queste informazioni. Alcuni webmaster, per esempio, si sono rivolti a Google Ads come alternativa.

Google Ads è il servizio di pubblicità a pagamento (PPC) di Google. Non offre informazioni sul traffico di ricerca organico, ma sul traffico di ricerca a pagamento. È possibile utilizzare Google Ads per vedere quali query di ricerca gli utenti hanno cercato per scoprire o cliccare sui vostri annunci PPC. Se il vostro sito web si posiziona per una particolare parola chiaveè possibile fare offerte per quella parola chiave con il tipo di corrispondenza ampia predefinito. Il tipo di corrispondenza ampia significa che i vostri annunci PPC possono apparire per altre query di ricerca correlate, rivelando così nuove query di ricerca in Google Ads.

La soluzione più efficace per analizzare i dati delle query di ricerca è Google Console di ricerca. Google ha rimosso solo i dati delle query di ricerca dalla sua piattaforma di Analytics; non ha rimuovere questi dati dalla sua piattaforma Search Console.

Google Search Console ha sempre rivelato i dati delle query di ricerca. Anche quando Google ha introdotto il suo aggiornamento HTTPS nel 2011, Google Search Console ha mantenuto questi dati. Puoi vedere per quali query di ricerca il tuo sito web è classificato su Google, così come quante impressioni e clic quelle query di ricerca guidano, utilizzando Google Search Console. I dati delle query di ricerca sono disponibili sotto la scheda "Performance".

Perché Google ha deciso di conservare i dati delle query di ricerca per la sua piattaforma Search Console e non per la sua piattaforma Analytics? Google Search Console offre solo una panoramica generale del traffico di ricerca organico del tuo sito web. Puoi usarla per vedere quali query di ricerca hanno portato i visitatori da Google al tuo sito web. Non puoi però usare Google Search Console per vedere come i visitatori hanno usato il tuo sito web dopo avervi acceduto attraverso le pagine dei risultati di Google.

Google Analytics è progettato per seguire più da vicino i visitatori. Segue i visitatori dalle pagine dei risultati di Google al tuo sito web e rivela come interagiscono con il tuo sito. Con Google Analytics, puoi vedere quali azioni i visitatori hanno eseguito sul tuo sito web dopo averlo scoperto nelle pagine dei risultati di Google.

Google Search Console non tiene traccia dei visitatori una volta che arrivano sul tuo sito web, ma solo mentre sono sul motore di ricerca di Google. Poiché questi dati sono più generali, sono comunque disponibili in Google Search Console.

Tieni presente che Google Search Console rivelerà solo un massimo di 1.000 query di ricerca per traffico segnalare. È possibile scegliere diverse opzioni di filtraggio per visualizzare diverse query di ricerca. Ma per qualsiasi rapporto sul traffico, non vedrai più di 1.000 query di ricerca in Google Search Console.

Un'altra soluzione è Bing Strumenti per i webmaster. È la risposta di Microsoft a Google Search Console. Bing Webmaster Tools rivela tipi simili di dati sulle query di ricerca. È possibile utilizzarlo per vedere quali sono le query di ricerca per le quali il vostro sito web si posiziona su Bing, nonché il numero di impressioni e di clic che generano.

Il messaggio "non fornito" in Google Analytics non è un errore. Significa semplicemente che Google non vuole rivelare alcuni o tutti i dati delle query di ricerca del tuo sito web. Per visualizzare questi dati, è necessario utilizzare Google Search Console. Se stai cercando di visualizzare i dati delle query di ricerca che coinvolgono Bing, d'altra parte, Bing Webmaster Tools è la risposta.

Ultimo aggiornamento in 2022-12-28T09:50:54+00:00 da Lukasz Zelezny

Indice